Housing e abitare sociale

Il diritto all'abitare

Rispondiamo al disagio abitativo secondo un approccio multidimensionale, legato all'abitare in senso ampio.

La crisi socio economica degli ultimi anni ha coinvolto sempre più famiglie presenti sul territorio della provincia di Monza e Brianza e territori limitrofi. Sempre più persone hanno perso il lavoro e sono state coinvolte in procedure di sfratto e conseguente perdita dell’abitazione, costringendo le Amministrazioni Comunali a collocare le persone in alberghi per periodo di tempo medio lungo, faticando contestualmente a lavorare con le persone sul superamento delle cause che le hanno condotte a questa situazione di vulnerabilità socio economica

Dal 2014 Il Consorzio ha iniziato a porsi l’obiettivo di sviluppare servizi ed attività per rispondere ai nuovi bisogni emergenziali sul tema dell’abitare. Grazie al confronto interno con le cooperative impegnate sullo stesso tema, lo studio di progetti di successo di rilevanza nazionale, hanno permesso la costruzione di una rete di accoglienza a livello provinciale e la contestuale gestione di un Pensionato Sociale.

Progetti per l'abitare sociale

Un sistema rete per l'abitare sociale

Il progetto “Un sistema a rete per l’abitare sociale in Brianza”, finanziato da Fondazione Cariplo, promuove l’abitare sociale nelle comunità territoriali rispondendo ad un disagio abitativo secondo un approccio multidimensionale, non solo legato alla “casa” quanto all’abitare in senso ampio, ovvero dove gli aspetti immobiliari sono trattati insieme a quelli sociali e “immateriali” dei servizi.

Centro Botticelli

Il centro sociale Botticelli è una risorsa da anni utilizzata dai Servizi Sociali Territoriali per collocare persone in situazioni di grave emarginazione e difficoltà socio economiche.

Non si tratta di un albergo o una pensione qualsiasi, quanto piuttosto di una comunità fraterna, aperta a tutti, senza distinzione ideologiche o religiose.

Sintesi

Il Consorzio Comunità Brianza ha dato disponibilità di sostegno abitativo per 2 posti letto all’interno del Pensionato Botticelli per persone provenienti dal progetto SINTESI (Sistema INTerno Esterno Integrato). Il progetto nasce dall’esperienza maturata con precedenti progetti finanziati da Regione Lombardia l.r. 08/05 nel 2014 e nel 2016 e si pone l’obiettivo di integrare e implementare gli interventi a favore delle persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria, al fine di favorire l’inclusione socio-lavorativa dei detenuti provenienti dalla Casa Circondariale di Monza e dei territori limitrofi.

i nuovi servizi sugli immobili

Sviluppo immobiliare

Il Consorzio ha avviato la gestione e lo sviluppo di progetti immobiliari destinati ad attività sociali ad ampio raggio, in grado di rispondere a bisogni emergenti. Attraverso questa nuova attività, il Consorzio svolge un ruolo propulsivo, investendo in progettazioni e capitali e di sostegno delle Cooperative Socie coinvolte a più livelli nei progetti. Il servizio di sviluppo immobiliare non ha come scopo una attività speculativa ma al contrario la messa a valore di beni strumentali che possano contribuire a creare valore con progetti pluriennali.

Il patrimonio immobiliare viene acquisito attraverso formule diversificate: dai classici contratti di affitto o di concessione ai progetti più complessi con anticipazione finanziaria per ristrutturazioni a scomputo canone o acquisto di immobili e/o aree.

Gestione degli immobili

L’attività immobiliare porta con sè inevitabilmente tutti gli aspetti gestionali.

Per quanto riguarda gli aspetti manutentivi, è attivo un servizio di facilities management che garantisce, oltre che al presidio delle attività normative e di sicurezza, anche tutti gli interventi ordinari per mantenere le strutture efficienti, far fronte in tempi brevissimi alle situazioni straordinarie ed emergenziali legate a guasti e problemi tecnici. Avendo un patrimonio immobiliare molto ampio e diversificato, ogni attività viene monitorata e gestita attraverso un portale dove è possibile tracciare e presidiare ogni fase degli interventi di lavoro.

Seguici
sui social network

Iscriviti alla newsletter
per restare aggiornato